La machine learning di Google ha fatto rivivere i capolavori di Klimt persi nel tempo

Gustav Klimt è un artista di fama internazionale e la mostra online Klimt vs. Klimt, su Google Art & Culture, mette in primo piano la sua attività e la sua vita. La machine learning insieme a un’applicazione di realtà aumentata e 3D hanno permesso di ricolorare i dipinti perduti di Klimt e di introdurli nei salotti in modo da far conoscere la sua attività in mondi nuovi. Sono presenti più di 120 storie sulla vita artistica e sulla sua personalità, un tour virtuale all’interno del suo studio e altre opere provenienti da più di 30 istituzioni culturali di tutto il mondo. Klimt vs. Klimt fornisce un’esperienza online che dà la possibilità in chi la vede di conoscere a 360 gradi l’artista e di soffermarsi sul fatto che circa il 20% delle sue opere si sono perse nel corso degli anni. I Quadri della Facoltà, ad esempio, fatti per l’Università di Vienna che li ha criticati e non voluti per il loro aspetto troppo critico verso la scienza, non sono stati ritrovati. Poco prima della fine della seconda guerra mondiale, nel 1945, perirono in un incendio al castello di Immendorf in Austria e fu una grossa perdita perché, da alcune foto in bianco e nero scattate nel 1900, si percepisce l’aspetto magico, i colori scintillanti e la texture rivoluzionaria. Con l’uso del machine learning, però, queste opere hanno ripreso vita grazie al sapere del Dr.Frnaz Smola, studioso di Klimt e il team di Google Arts & Culture Lab che hanno ricostruito i colori e le strutture che si ipotizza Klimt avesse utilizzato per i Quadri della Facoltà, donando ai quadri i bei colori. In 70 anni le persone hanno la possibilità di vedere le opere dell’artista per la prima volta nello stesso modo in cui potrebbe averle fatte.

L’esperto – Dr. Franz Smola

Il Dr. Franz Smola, uno tra i più grandi esperti e studiosi di Klimt, ha guidato e dato dei suggerimenti al team di Google Arts & Culture per la realizzazione di Klimt vs. Klimt. Il Dr. Smola sostiene che i Quadri di Facoltà di Klimt sono tra le opere più grandi di Klimt e sono considerati i capolavori dell’artista nell’ambito della pittura simbolista. Afferma, inoltre, che le versioni colorate prodotte hanno permesso una ricostruzione dei colori che ha testimoniato ancora di più il valore che le opere hanno. Il Dr. Smola afferma di essere affascinato dalle immagini scattate con la Art Camera di Google che consentono di scoprire un’opera d’arte dalla texture fino ai colori e di notare i più piccoli dettagli in modo semplice. Pensa, inoltre, a quanto questo progetto sia molto vicino al carattere di Klimt, proprio perché Klimt vs. Klimt utilizza strumenti visivi e non verbali, in linea con a vita solitaria che Klimt conduceva nel suo studio dove solo pochi potevano entrare e proprio per questo si mostra certo che avrebbe apprezzato questo progetto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *