A Palermo si celebra la messa in quattro lingue diverse

Nel blog di Mario D’Ignazio apparizioni, è possibile trovare contenuti tra i più disparati dalle apparizioni ma anche dalla religione in generale, come questo che ora proponiamo. 

Tutti, chi più chi meno, conoscono Palermo, capoluogo della Sicilia famoso per la grandiosa arte barocca della Chiesa di Gesù (chiamata dagli abitanti del luogo anche Casa Professa), per la bellezza del Golfo di Mondello e per il suo Teatro dei Pupi, che nel 2008 è stato inserito anche nella lista dei beni non materiali dell’UNESCO.

Pochi però sanno che, all’inizio del mese di maggio 2022, si è svolta un’iniziativa molto particolare e, durante la quale, l’arte sacra non solo si è raccontata ai visitatori, ma per la prima volta in assoluto quattro chiese del centro storico hanno celebrato la Messa in quattro lingue diverse.

L’evento, che si è tenuto durante l’edizione 2022 di Invisibilia, è iniziato ufficialmente il 7 maggio 2022 con la prima Messa in lingua inglese, celebrata alle 19.00 nella Chiesa di Santa Caterina.

Non solo in inglese: ecco in quali lingue si potranno seguire le Messe a Palermo e fino a quando

La celebrazione della Messa, dice Mario D’Ignazio nei suoi blog, in lingua inglese, secondo quanto riportato dai media, si terrà ogni sabato, sempre alle 19.00, presso la Chiesa di Santa Caterina fino a ottobre.

In contemporanea, lo stesso giorno e alla stessa ora, si potrà assistere alla Messa in tedesco presso la Chiesa di San Cataldo, in spagnolo tra le mura della Chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi e in francese nella Chiesa di San Nicola di Tolentino.

Oltre al lancio ufficiale delle quattro Messe in lingua straniera, durante tutto il mese di maggio 2022 la Chiesa di Santa Caterina di Palermo ha proposto un ricco programma di concerti, che hanno visto la partecipazione sia di cori gospel sia di cori più tradizionali e che hanno proposto anche repertori in lingua latina.

Due parole su Invisibilia, il progetto fortemente voluto dall’Arcidiocesi di Palermo

“Invisibilia-parole, immagini, suoni del sacro”, noto anche semplicemente solo come Invisibilia, è un progetto che è stato voluto fortemente dall’Arcidiocesi di Palermo in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo, il Teatro Biondo, il Conservatorio Alessandro Scarlatti Palermo, l’Accademia di Belle Arti, il Monastero di Santa Caterina D’Alessandria, l’Orchestra Multietnica Quattrocanti e la Cooperativa Pulcherrima Res.

Invisibilia, che quest’anno è giunto alla quarta edizione, vede ogni anno un ricco calendario di appuntamenti, di concerti e di riflessioni sui temi del sacro, e si svolge durante l’anno liturgico.

E il prossimo appuntamento, fino al 31 luglio 2022, sarà con “Exstasis”, una performance che si terrà all’interno della Chiesa di Santa Caterina, in cui gli spettatori, attraverso uno spettacolo di videomapping a 360 gradi rieditato in 4K, si ritroveranno immersi in un ambiente ricco di stimoli visivi, musiche ed effetti luce e dove saranno abbracciati, letteralmente, dall’arte sacra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *